Simposio sul controllo delle emissioni per imbarcazioni grandi

Le emissioni di scarico delle imbarcazioni contengono livelli significativi di inquinanti quali ossidi di azoto (NOx), ossidi di zolfo (SOx), anidride carbonica (CO2) e particolato. Nell'opinione pubblica cresce la preoccupazione circa l'impatto che questi inquinanti possono avere sull'ambiente e sulla salute umana. L'Organizzazione marittima internazionale, nota anche con la sigla inglese IMO (International Maritime Organization), è un ente ONU incaricato di regolamentare la navigazione marittima internazionale e sta favorendo questo processo di riduzione delle sostanze inquinanti promosso in particolare per la prossima decade. I limiti alle emissioni imposte dalla normativa Tier III richiederanno probabilmente l'uso di sistemi di controllo delle emissioni, quali i sistemi di riduzione catalitica selettiva per gli ossidi di azoto (NOx) e i depuratori per gli ossidi di zolfo (SOx). SAE International è sinceramente lieta della collaborazione prevista con l'IACCSEA (International Association for Catalytic Control of Ship Emissions to Air) per l'organizzazione di questo evento inaugurale. Lo scopo prefissato dall'IACCSEA, un'associazione industriale di fornitori di attrezzature, consiste proprio nel comunicare al mercato marittimo i requisiti futuri che tali imbarcazioni dovranno rispettare per poter continuare a navigare. Per ridurre il consumo di carburante e le emissioni, saranno quindi necessarie nuove progettazioni. Il programma del simposio aggiornerà i partecipanti sulle normative ancora da approvare e sui profili delle tecnologie attualmente disponibili su questo tema. Oltre alle informazioni più recenti, ampie pause di networking consentiranno ai partecipanti di discutere questioni specifiche e condividere le proprie osservazioni per un impegno maggiormente partecipato.

Seguici